Le sorti del parco “Falcone e Borsellino”

Consiglio di Municipalità con il vicesindaco Sodano per cercare di sbloccare la situazione

Falcone Borsellino Prima Falcone Borsellino 5 Panchine isola

 

Consiglio di Municipalità straordinario per decidere le sorti del parco “Falcone e Borsellino” sito in corso Duca D’Aosta, unica area verde nel centro storico di Pianura, chiusa ormai da oltre 2 anni. Un’area destinata ad essere riqualificata interamente secondo quanto previsto da un vecchio progetto (finanziamento della 219 di circa 300/400mila euro) che prevedeva l’abbattimento e la ricostruzione anche della zona contigua. Un progetto approvato e che da qualche anno si era in attesa di vedere partire, alcuni consiglieri pare (secondo quanto affermato in alcuni interventi) si siano impegnati più volte nel chiedere all’amministrazione di stralciare almeno una somma da destinare al parco, al fine di renderlo fruibile nel più breve tempo possibile; ma come ormai da copione, o meglio, una cantilena che si ripete ad ogni occasione, qualcuno dei piani alti rende noto  che «invece i fondi previsti sono  ancora “difficili” da sbloccare, che si son verificati alcuni corti circuiti e che la IX Municipalità pur essendosi impegnata non è giunta ad una concreta risoluzione». Ma un importane segnale d’interesse da parte dell’Amministrazione si è avuto con la partecipazione al Consiglio del vicesindaco Sodano, il quale (dopo essersi meravigliato “per lo stato di abbandono in cui versa il Polifunzionale di Soccavo”, luogo in cui si è tenuta la riunione) ha lapidariamente affermato: «Siamo ad oggi nell’incertezza sulla disponibilità di poter sfruttare le risorse previste, così che la soluzione per il parco “Falcone e Borsellino” non è quella che ci consente in breve di riaprirlo al pubblico. I fondi ci sono ma ci vuole tempo, per renderlo fruibile a breve, l’unica strada da seguire potrebbe essere l’idea di una delibera che consenta mediante un Bando di Evidenza Pubblica a soggetti terzi di intervenire in parchi pubblici o cittadini (non certo a quelli di rilievo storico, quale il Virgiliano) e di offrire il proprio lavoro, impegno e contributo economico per la ripulitura e la messa in sicurezza dell’area verde; praticamente un privato che lo faccia gratuitamente, senza nulla a pretendere (se non una targa sulla quale si ringrazia il “volontario donatore”, così come avvenuto già per le aiuole), in modo tale da non far venir meno il principio di trasparenza né di libera concorrenza. E, stando ad alcune indiscrezioni all’interno della Municipalità, ci sarebbe già un noto imprenditore che ha manifestato il proprio interesse a realizzare tale opera. Ci si affida ancora una volta ad un “magnanimo” imprenditore, così come avvenuto qualche mese fa per la riapertura del parco “Attianese”,  che si fa carico di sostenere le spese e gli oneri per la riqualificazione  e la messa in sicurezza dell’area verde. Il vicesindaco Sodano, a conclusione del consiglio per discutere le sorti del parco afferma: «Non mi preoccuperei delle risorse, che comunque arriveranno; occorre  pensare ad un percorso per tappe, la prima: riapertura immediata, in seguito alla messa in sicurezza effettuata ad opera di un privato volontario (esperimento alla stregua delle aiuole, che potrebbe servire anche per la ripulitura di altri parchi, nel caso ci fossero più partecipanti al bando); la seconda: riqualificazione mediante il coinvolgimento del Comune». Alla fine dell’incontro si è cercato di risolvere così nel modo più indolore ed economico per la Pubblica Amministrazione un’intricata faccenda che si protrae ormai da anni …perché come lo stesso Sodano ha dichiarato:  «Passeggiare sull’isola pedonale nel centro storico di Pianura e avere di fronte un polmone verde in cui non poter accedere è un fallimento per tutti». E su queste parole occorrerebbe un po’ soffermarsi ed analizzare.

Rosa Caputo

Falcone Borsellino  6 Falcone Borsellino 3 Isola 44661_10201751355458473_898332426_n

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>